Arance Igp di Palagonia

Arance rosse igp: Città di Palagonia

arance di palagonia - azienda affio
Palagonia è un comune italiano di 16.429 abitanti e anticamente il nome della città era “Palica” (Palikè, Παλική in greco antico) .

Sito al margine sud della piana di Catania, Palagonia si sviluppa a circa 200 metri sul livello del mare, ed è nota soprattutto come città dell’arancia rossa di Sicilia IGP.
Ai tempi dei Siculi, Paliké era probabilmente già diventata un centro politico e religioso importante. A Paliké era situato un celebre santuario. La tradizione narra che gli dei chiamati Palici, oggetto di venerazione da parte dei Siculi, fossero nati dalle acque sulfuree del lago di Naftia, di origine vulcanica.

Tra la fine dell’Ottocento e i primi anni del Novecento furono edificati alcuni palazzi di notevole pregio architettonico in stile neoclassico e liberty. Tra questi spiccano palazzo Ponte in via Umberto, casa della famiglia del prof. Gaetano Ponte, fondatore della prima cattedra in vulcanologia d’Europa, ove tra l’altro aveva sede un osservatorio geodinamico;

L’economia di Palagonia è principalmente incentrata sulla coltivazione e sulla commercializzazione degli agrumi, principalmente delle arance, che vengono esportate in tutta Europa riscuotendo notevole apprezzamento tra i consumatori per le caratteristiche e alquanto uniche proprietà organolettiche. .

Da visitare: Rocchicella (oggi in territorio di Mineo), si eleva nella Valle dei Margi. Sito di grande interesse storico-archeologico, sede di insediamenti umani fin dalla remota antichità (12.000/10.000 anni a.C.), nonché ricettacolo del culto misterico delle divinità paliche (personificazione dei laghi ribollenti di Naftia). Esso è menzionato da autori classici greci e latini come sede sia del celebre santuario dei Palici, che della città di Paliké. Da visitare i resti dell’Estaterion ed il Museo dei reperti archeologici rinvenuti in sito.
Il principale monumento della città è l’eremo di Santa Febronia, basilica rupestre risalente al VI-VII secolo d.C. sita in contrada Coste. Si tratta di un ambiente con molta probabilità ricavato da una precedente tomba preistorica e che, attraverso varie trasformazioni, venne adibito successivamente a luogo di culto.

Note: 
Festa della patrona Santa Febronia 25 Luglio
Agenzia di servizi web per le imprese www.mastroseo.it
Sito istituzionale del Comune www.comune.palagonia.ct.it
Fonte in parte presa ed elaborata da wikipedia

Video: In giro per Palagonia